In ognuno di noi batte un ........ azzurro

Fabio Rea

Ecco alcuni numeri del match tra campani e liguri a Napoli:

Vincendo contro gli austriaci, con una contestuale (e probabile) mancata vittoria del Genk contro il Liverpool, gli azzurri conquisterebbero matematicamente gli ottavi di Champions con due turni di anticipo, evento mai verificatosi nelle precedenti partecipazioni.

Ecco alcuni numeri di Roma – Napoli:

L’ennesima occasione persa contro la Spal pone gli azzurri nella difficile ed inattesa situazione di guardarsi le spalle, al fine di salvaguardare almeno il 4° posto, ultimo utile per accedere alla Champions del prossimo anno. A Fuorigrotta arriva la temutissima Atalanta, capace di dare “7 palloni” all’ Udinese e di vincere 3 match (di cui gli ultimi 2 consecutivi) nelle sue ultime 4 uscite a Napoli.

Gli azzurri, dopo l’esaltante vittoria in Champions con il Salisburgo, sono di scena al “Mazza” di Ferrara, dove ad attenderli troveranno una Spal affamata di punti e sempre più impelagata nelle sabbie mobili della classifica.

Nonostante il bilancio sia a favore degli ospiti, da quando gli Estensi sono ritornati in A si è assistito sempre a sfide equilibrate e tirate, vinte dai partenopei con un solo gol di scarto.

Gli azzurri ritornano alla “Red Bull Arena” pochi mesi dopo il 3 – 1 rimediato negli ottavi della scorsa edizione di Europa League.

Ad onor del vero, la sconfitta fu accentuata anche per le gravi assenze che colpirono il reparto difensivo, privo di Koulibaly, Albiol e, in corso di gara, anche di Chiriches, con Hysaj costretto nell’ inedito ruolo di centrale nei minuti finali.

Archiviata la parentesi delle Nazionali, ritorna il campionato che pone sul cammino degli azzurri, inceppatisi con Genk e Torino, il lanciatissimo Verona di Juric, reduce, invece, dalla vittoria al “Bentegodi” contro la Sampdoria.

La tradizione dei precedenti è quasi completamente azzurra, come si potrà dedurre da alcuni numeri del match.

Accantonata la deludente trasferta di Champions a Genk, gli azzurri sono chiamati ad un impegno per nulla agevole contro il Toro dell’ex Mazzarri, che sarà regolarmente in panchina, essendogli stata annullata, in extremis, la squalifica rimediata a Parma.

Genk – Napoli è una novità assoluta nel panorama internazionale. In fondo, sono appena due i precedenti dei belgi con formazioni italiane, con un bilancio in perfetta parità.

Altra partita in casa per gli azzurri dopo il tonfo di mercoledì sera col Cagliari, che ne ha già ridimensionato le ambizioni “scudetto”.

Pagina 1 di 3