STATUTO CLUB NAPOLI

ARTCOLO 1

E' costituita in _______________ l'associazione CLUB NAPOLI___________ .

Il CLUB di cui innanzi si affilia alla ASSOCIAZIONE ITALIANA NAPOLI CLUB (di seguito AINC) e riconosce nella stessa il solo organo competente per l'affiliazione, la organizzazione e l'attività dei Club Napoli e si impegna a rispettarne le norme, le decisioni ed i provvedimenti dettati.

IL CLUB NAPOLI non persegue scopi di lucro, politici, religiosi e si propone specificamente di:

  1. Riunire almeno 50 soci;
  2. Sostenere la squadra di calcio SSC NAPOLI e di suscitare con idonee iniziative una maggiore corrente di simpatia nei confronti di questa;
  3. Praticare ed esercitare l'attività sportiva, con particolare riguardo al calcio ed a tutte le attività complementari atte ad incrementare l'educazione fisica dei giovani ed allo sviluppo degli sports in genere;
  4. Organizzare attività culturali, turistiche e ricreative per i soci ed i loro familiari;
  5. Organizzare gite al seguito della SSC NAPOLI;
  6. Sostenere e diffondere ogni pubblicazione edita dalla SSC NAPOLI e dall'AINC;
  7. Esplicare ogni altra attività allo scopo di propagandare e rafforzare il CLUB NAPOLI ;

Per il raggiungimento di tali finalità il CLUB NAPOLI si obbliga ad accettare gli Statuti, i Regolamenti e le disposizioni dell'AINC. Potrà, inoltre, utilizzare il Web dotandosi di un proprio sito internet. Il colore sociale è l'AZZURRO.

ARTICOLO 2

Il CLUB NAPOLI ________________affiliato, accetta in ogni parte e ad ogni effetto, tanto per se che per i propri singoli soci, le norme regolamentari e le disposizioni dell'AINC.

ARTICOLO 3

Il CLUB NAPOLI ha carattere assolutamente sportivo-culturale. Tutti i tifosi e simpatizzanti della SSC NAPOLI, sia italiani che stranieri, possono richiedere di far parte del CLUB NAPOLI . Il CONSIGLIO DIRETTIVO, a suo insindacabile giudizio, deciderà sulle relative ammissioni.

ARTICOLO 4

Il CLUB NAPOLI , all'interno della propria organizzazione, può distribuire cariche onorifiche.

ARTICOLO 5

Il CLUB NAPOLI ha una propria autonomia finanziaria affatto collegata con quella della AINC.

ARTICOLO 6

Il CLUB NAPOLI versa all'AINC un contributo di affiliazione annuale ed ogni eventuale altro contributo che si renderà necessario per il perseguimento degli scopi sociali della AINC.

ARTICOLO 7

Tutti gli organi di rappresentanza del CLUB NAPOLI si accollano ogni responsabilità oggettiva e soggettiva nei confronti di terzi, anche se estranei all'AINC.

ARTICOLO 8

L'AINC non è garante della gestione del CLUB NAPOLI , sia essa finanziaria che sociale.

ARTICOLO 9

Partecipano al CLUB NAPOLI :

a) Soci effettivi b) Soci onorari c) Soci aggregati.

Sono Soci effettivi i maggiori di età che pagano una quota associativa annua stabilita dal CONSIGLIO DIRETTIVO e fissata in € _____ per il primo anno ed ogni eventuale altro contributo che si renderà necessario per il perseguimento degli scopi sociali del CLUB.

Sono Soci onorari quelli che spontaneamente versano una quota associativa minima di € _______ per sostenere il CLUB.

Sono Soci aggregati i minori di età che pagano una quota associativa annua di € 20,00 e la loro ammissione al CLUB è subordinata alla concessione di un nullaosta di un genitore.

Il pagamento delle quote sociali deve effettuarsi anticipatamente per ogni annualità e comunque entro e non oltre il 30 giugno di ogni anno. Decorso tale termine l'iscrizione si intenderà non rinnovata. La quota e/o contributo associativo è intrasmissibile, salvo trasferimenti a causa di morte, e non è rivalutabile.

I Soci effettivi e onorari hanno diritto di voto nelle assemblee ed hanno diritto di ricevere la tessera sociale ovvero di fregiarsi del distintivo del "Napoli".
I soci hanno il diritto/dovere di frequentare la sede del CLUB NAPOLI e di partecipare alle spese di gestione, ove necessario.
I Soci sono tenuti al rispetto delle norme di cui al presente Statuto, dei Regolamenti interni nonché dei Regolamenti e delle Direttive dell'AINC.

ARTICOLO 10

Sono organi del CLUB NAPOLI :

  • Assemblea dei Soci;
  • Consiglio Direttivo;
  • Collegio dei Revisori.

ARTICOLO 11

L'Assemblea dei Soci è costituita da tutti i Soci effettivi ed onorari in regola con i pagamenti della quota associativa.

ARTICOLO 12

Il Consiglio Direttivo è costituito da un numero di 9 membri. Fanno parte del CONSIGLIO DIRETTIVO:

  • Un Presidente;
  • Vice Presidente;
  • Segretario;
  • Tesoriere:
  • Direttore Sportivo;
  • quattro Consiglieri, che potranno assumere anche funzioni specifiche amministrative, organizzative e sportive.

ARTICOLO 13

Il Collegio dei Revisori è costituito da 3 membri. Al Collegio è devoluto il controllo amministrativo, la vigilanza sulla osservanza della legge e dello Statuto e di relazionare sui rendiconti predisposti dal CONSIGLIO DIRETTIVO.

ARTICOLO 15

Il CONSIGLIO DIRETTIVO è nominato dalla Assemblea Generale dei Soci e dura in carica un anno.
La prima volta il Consiglio Direttivo è tenuto dai Soci fondatori di cui all'art. 6 dell'Atto Costitutivo fino alla convocazione della Assemblea Generale del CLUB NAPOLI che, comunque, dovrà essere convocata entro un mese dalla affiliazione alla AINC.
Successivamente ai primi due mandati, possono aspirare a candidarsi alla carica di Presidente i Soci che abbiano almeno 2 anni di iscrizione al CLUB senza interruzioni. Nel caso di pareggio, il voto del Presidente risulta decisivo.
I Componenti del CONSIGLIO DIRETTIVO possono essere rieletti.

ARTICOLO 15

L'Assemblea dei Soci, con il voto dei Soci effettivi ed onorari, nelle maggioranze di cui appresso, determina, in conformità agli scopi sociali del CLUB; nomina i componenti del Consiglio Direttivo; nomina i componenti del Collegio dei Revisori.
L'Assemblea Generale Ordinaria è convocata dal Presidente del Consiglio Direttivo almeno una volta all'anno e, comunque, entro 2 mesi dalla chiusura dell'esercizio finanziario.
Per essere valida, l'Assemblea deve riunire in prima convocazione 1/3 dei Soci effettivi ed onorari. Trascorsa un'ora da quella fissata per la prima convocazione, l'Assemblea è valida qualunque sia il numero dei presenti.
I Soci per essere ammessi all'Assemblea Generale Ordinaria e/o Straordinaria, dovranno esibire al momento dell'entrata nella sala delle riunioni, la tessera sociale dell'anno in corso ed essere in regola con il pagamento della quota di iscrizione e delle spese di gestione, ove previste.

ARTICOLO 16

L'Assemblea Straordinaria è convocata ogni qual volta il Presidente del CONSIGLIO DIRETTIVO del CLUB NAPOLI ne ravvisi l'opportunità, oppure ne venga fatta richiesta scritta e firmata almeno da un terzo dei Soci effettivi e sostenitori.
In questo caso, la convocazione dovrà avere luogo a cura del Consiglio entro 15 giorni dalla richiesta della convocazione.
Le delibere delle Assemblee vanno prese sempre a maggioranza dei voti dei presenti. I Soci aggregati potranno partecipare all'Assemblea come osservatori ma non hanno diritto di voto.

ARTICOLO 17

Il CONSIGLIO DIRETTIVO è convocato dal Presidente ogni qual volta lo ritiene opportuno o quando almeno quattro membri dello stesso Consiglio ne faccia apposita richiesta. Normalmente verrà convocato una volta al mese.
Al Consiglio Direttivo è devoluto l'incarico di realizzare il programma di attività del CLUB NAPOLI approvato dall'Assemblea e di emanare i regolamenti interni. Il CONSIGLIO DIRETTIVO amministra il patrimonio e gli introiti sociali, ed ogni anno sottopone alla approvazione dell'Assemblea Generale Ordinaria il rendiconto economico e finanziario della gestione e predispone un bilancio preventivo. Stipula tutti gli atti del CLUB NAPOLI che dovranno portare la firma del Presidente o, in assenza di questi, del Vice Presidente.
Il CONSIGLIO DIRETTIVO di fronte a terzi, impegna il CLUB NAPOLI nei limiti ad esso fissati dall'Assemblea a norma dello statuto.
Se un componente del CONSIGLIO DIRETTIVO sarà assente alle riunioni del Consiglio per tre volte consecutivo, senza giustificare il motivo, anche verbalmente, sarà considerato dimissionario. Qualora i componenti del CONSIGLIO DIRETTIVO si riducessero per qualsiasi motivo a meno della metà, il Presidente convocherà l'Assemblea dei Soci per procedere alle elezioni dei Consiglieri mancanti.

ARTICOLO 18

Il Presidente ha la rappresentanza legale ad ogni effetto.
Convoca e presiede le adunanze del CONSIGLIO DIRETTIVO facendo eseguire le deliberazioni; relazione all'Assemblea Generale Ordinaria sull'andamento del CLUB NAPOLI .

ARTICOLO 19

Il Vice Presidente sostituisce il Presidente in caso di sua assenza, di impedimenti, e per quegli incarichi che il Presidente ritiene opportuno affidargli nell'interesse del CLUB NAPOLI . Ogni delega di carattere permanente dovrà risultare dai verbali del CONSIGLIO DIRETTIVO.

ARTICOLO 20

Il CONSIGLIO DIRETTIVO quando ne ravvisi la necessità, può affidare particolari mansioni di carattere organizzativo a soci anche non appartenenti al CONSIGLIO DIRETTIVO stesso. Può, altresì, quando ne sia il caso, istituire appositi comitati con mansioni specifiche organizzative, scegliendo i membri tra i Soci del CLUB NAPOLI .

ARTICOLO 21

Il CONSIGLIO DIRETTIVO, di propria iniziativa o dietro richiesta motivata e firmata da almeno un terzo dei Soci effettivi e onorari, propone alla Assemblea eventuali modifiche dello Statuto.
Il progetto di modifica deve rimanere depositato nella sede sociale a disposizione dei Soci per almeno 15 giorni prima dell'adunanza.
Le modifiche allo Statuto devono essere deliberate a maggioranza dei voti con la presenza alla votazione di almeno metà dei Soci.
Le eventuali proposte di modifica devono ottenere il parere vincolante del CONSIGLIO DIRETTIVO dell'AINC.

ARTICOLO 22

A carico dei Soci possono adottarsi i seguenti provvedimenti:

  1. avvertimento;
  2. sospensione;
  3. radiazione dal CLUB NAPOLI .

Le sanzioni di cui al presente articolo vengono deliberate dal CONSIGLIO DIRETTIVO.

ARTICOLO 23

La qualità di Socio si perde:

  • per dimissioni da presentarsi per iscritto entro in 31 di maggio;
  • per radiazioni a causa di azioni ritenute disonorevoli o comunque ostacolanti all'incremento ed al buon funzionamento del CLUB NAPOLI .

I soci dimissionari e i Soci radiati per morosità per essere riammessi dovranno sottoporsi alle norme stabilite nell'art. 10 dello Statuto.
I Soci morosi, inoltre, dovranno versare tutte le quote arretrate. I nomi dei soci radiati, sia per morosità che per espulsione, verranno affissi, per conoscenza, nei locali della sede sociale.

ARTICOLO 24

All'Associazione è vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzo di gestione comunque denominati, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita della stessa, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge.
L'associazione ha l'obbligo di impegnare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

ARTICOLO 25

In caso di scioglimento, per qualunque causa, l'Associazione ha l'obbligo di devolvere il suo patrimonio ad altre organizzazioni con finalità analoghe e/o in beneficenza, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

ARTICOLO 26

Per quanto altro non previsto i Soci si rifanno alle norme regolamentari della AINC e alle leggi vigenti o a futuri regolamenti interni emanati dal Consiglio Direttivo.

Il Presidente