Mercoledì, 15 Novembre 2017 15:22

Filtra un clamoroso retroscena sull'esclusione di Insigne

Scritto da
Valuta questo articolo
(5 voti)

Clamoroso retroscena sull’esclusione, inspiegabile, di Lorenzo Insigne dall’undici titolare nella gara di ritorno dello spareggio Mondiale degli Azzurri contro la Svezia.

Il Corriere del Mezzogiorno riporta che il commissario tecnico Gian Piero Ventura non avrebbe gradito il labiale “Devo giocare al centro?” dell’attaccante del Napoli, subito ripreso dalle telecamere e rilanciato dal web, durante la partita di andata a Solna.

L’attaccante esterno campano, inserito per Verratti e schierato per la prima volta nella sua carriera al centro, si era mostrato incredulo, allargando le braccia davanti alle tv di tutto il mondo: ciò avrebbe scatenato la vendetta del ct, che lo ha escluso nella partita di ritorno.

A fare irrigidire ancora di più Ventura su Insigne sarebbero state anche le pressioni dei senatori azzurri durante il confronto tenuto dopo la partita in Svezia. Secondo la Repubblica, i senatori della squadra volevano il modulo 3-4-3, per dare protezione alla difesa e allo stesso tempo sfruttare il talento dello scugnizzo di Frattamaggiore: il no del ct è stato secco.

La tensione è affiorata anche durante il match di San Siro, quando De Rossi si è infuriato con lo staff tecnico che gli chiedeva di andare a scaldarsi: “Fate entrare Insigne, bisogna vincere”.

Queste le parole di Insigne sulle scelte di Ventura: “Io ho sempre detto che accettavo le scelte dell’allenatore e va bene così, non ho nessun rimpianto. Era una partita da vincere a tutti i costi, per il c.t. le scelte erano quelle giuste e io ho accettato, perché con la maglia della Nazionale si accettano. Peccato che sia andata male”.

“Se sono disposto a prendere il testimone dai veterani? Io mi metto sempre a disposizione. Se avrò questo compito spero di essere all’altezza e di portare l’Italia sempre più in alto”, ha spiegato a Sky.

Letto 921 volte